obiettivi della telestica

 

La Telestica è un sistema filosofico fondato da Angelus Deorum nel primo decennio del XXI secolo e sintetizza, in un metodo organico, le scoperte psicanalitiche, analitiche, bioenergetiche, olistiche, platoniche e stoiche. L’obiettivo principale della terapia telestica è fornire all’analizzato gli strumenti per compiere una catarsi del proprio Inconscio attraverso l’analisi dei conflitti maggiori fino al raggiungimento del telos, l’indirizzo insito nella natura specifica di ogni individuo. Perché ciò sia possibile, l’analizzato dovrà compiere una catabasi nel regno oscuro dei ricordi rimossi dimostrando onestà intellettuale, sincerità e volontà, indispensabili alla decifrazione dei messaggi inconsci. Nel caso tali requisiti dovessero mancare, l’analista telestico è autorizzato e libero di abbandonare il caso. La Telestica è un metodo che affonda le sue radici nella filosofia, pertanto, non è da ritenersi una cura palliativa ai disturbi mentali né tantomeno una branca della psicologia bensì uno stile di vita basato sull’eliminazione delle false credenze, in termini platonici. Il fatto conclamato che la Telestica si avvalga delle scoperte psicologiche non deve facilitare un giudizio affrettato delle sue finalità. L’analista telestico, infatti, è soggetto ad una regolamentazione specifica che funge da filtro per la scelta dei casi da trattare che escludono categoricamente le psicosi. La catarsi telestica, perciò, è indirizzata, senza eccezioni, all’analisi di soggetti nevrotici secondo il processo interpretativo concepito dal fondatore (atti mancati, sogni, condizione libidica, corazza caratteriale, regressione ipnagogica, cristalloterapia, programmazione neurolinguistica). Non sono ammessi, in nessun caso, soggetti che parallelamente stanno svolgendo un’analisi di altro genere. L’onorario dell’analista telestico è concordato durante la prima seduta insieme agli orari e alla frequenza. In quanto, lo scopo principale della Telestica è rendere autonomo l’analizzato nel processo di riemersione ed individuazione dei ricordi rimossi e delle false credenze, l’analisi telestica tenterà – quando possibile – di ridurre al minimo le sedute fisiche e di concentrarsi sui resoconti giornalieri proposti dal soggetto.

 

Obiettivi dell'Analisi o Autoanalisi Telestica

1) Riemersione dei ricordi e dei desideri rimossi (abreazione);

2) Annientamento delle resistenze ed utilizzo benefico del transfert;

3) Eliminazione dei tratti caratteriali nevrotici e delle false credenze riemerse;

4) Rigenerazione dell'Ego;

5) Autonomia analitica;

6) Formazione del "ponte" fra Ego rigenerato e Sé;

7) Fissazione del ponte e sviluppo dell'Intuizione (Nous);

8) Comparsa del Telos;

9) Raggiungimento del Telos;

10) Eudaimonia o Autorealizzazione.